Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, comunitasanmaurizio.it utilizza cookies, anche di terze parti.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy Per saperne di piu'

Approvo

NATALE 2019 padre DAMIANO GUZZETTI CISCRIVE DAL KARAMOJA - UGANDA

CLICCA QUI PER SCARICARE LA LETTERA CON LE IMMAGINI

NATALE 2019. Carissimi,
Il Natale alle porte ci invita a ravvicinare le distanze e a ravvivare le relazioni che abbiamo fra di noi. Dalla Diocesi di Moroto continuiamo a lavorare e a ringraziare il Signore per il tempo che ci dona. Sentiamo la Sua gradevole presenza che ci accompagna nonostante le tante difficoltà e problemi che si affacciamo quasi quotidianamente.
A stupirci tutti quanti qui in Karamoja sono le abbondanti piogge che hanno cessato da poco. Tutto è ancora verde con grande gioia dei pastori e del loro bestiame per l’abbondanza di foraggio ancora disponibile. I Karimojong dicono che non ricordano una situazione così essendo abituati ad emigrare a fine settembre con l’arrivo della stagione secca. Sarà per i cambiamenti climatici?
Ciò che attira l’attenzione è il grande via vai di veicoli pesanti che trasportano il materiale proveniente dalle cave di estrazione. La gente del posto è purtroppo sfruttata all’inverosimile. Ci sono anche donne e bambini che dalla mattina alla sera con delle pesantissime mazze rompono grossi blocchi per ridurli in pietre di media misura per caricare all’inverosimile i camion che portano via il materiale. L’ostacolo più grosso che frena un intervento per migliorare la situazione è la mancanza di una comunità compatta che possa lavorare insieme per ottenere un minimo di diritti e di tutela sia loro che dell’ambiente. La sete di profitto da parte delle compagnie minerarie e l’immediato riscontro dei pochi soldi che vengono dati ai minatori perpetuano una situazione assurda. L’estrazione e il lavoro manuale fatto sulle cave è poi strettamente legato all’aumento di alcolismo nella regione. I minatori che fino a qualche anno fa venivano compensati con distillati molto forti contenenti metanolo ha creato una dipendenza da questa bevanda dalle proporzioni allarmanti. Il contrasto a questo fenomeno è purtroppo portato avanti solamente dalla nostra Diocesi.
La strada asfaltata terminata da poco che collega Moroto con la grossa città di Soroti a 200 chilometri verso sud facilita gli spostamenti in qualsiasi situazione meteorologica. Ci si muove ora con molta più confidenza e senza la paura di rimanere bloccati anche per giornate intere in attesa che i veicoli pesanti impantanati venissero sbloccati. Il commercio è molto agevolato ma anche l’afflusso di malintenzionati e approfittatori come predicatori appartenenti a sette di oscura identità che arrivano a creare scompiglio fra le comunità cristiane ben stabilite. I casi di furto sono aumentati come anche il traffico di bambini e giovani che svaniscono nel nulla. Il losco mercato di organi umani estende i suoi tentacoli fino a queste zone remote e povere del pianeta. Stiamo organizzando un efficace passaparola enormemente agevolato da Radio Maria Moroto che rende accessibile a molti ascoltatori informazioni precise e puntuali che hanno già salvato non poche persone da queste trappole.
Il progetto dei bambini di strada karimojong nella capitale Kampala è partito all’inizio di quest’anno e sta dando i suoi primi frutti. Il piccolo centro collocato a Katwe a ridosso della periferia della capitale dove la maggioranza dei karimojong risiede sta funzionando a pieno ritmo. Una cinquantina di bambini passa la giornata con degli assistenti sociali che offrono loro la vita che dovrebbero avere per diritto ma che per miseria è loro negata. Anziché mendicare tutto il giorno ai bordi delle strade principali della città malconci e abbandonati imparano i rudimenti scolastici, hanno la possibilità di lavarsi e ricevere un pasto caldo. E’ bello vederli sorridere.
La lotta alla difesa della terra sta continuando grazie all’ufficio diocesano che abbiamo costituito qualche anno fa. Un piccolo team di persone è impegnato su tutto il territorio della diocesi a formare e ad informare sul diritto e sulla difesa della proprietà della terra. Si scoraggia senza sosta la vendita frettolosa dei propri terreni per quattro soldi a persone senza scrupoli che si accaparrano enormi estensioni per poi rivenderle a prezzi esorbitanti dopo qualche anno. Gli abusi e la falsificazione di documenti aumentano di giorno in giorno. E’ comunque bello vedere che alla fine di grandi battaglie si ristabilisce la terra ai legittimi proprietari. La nostra grande preoccupazione sono le concessioni minerarie che il governo ha programmato di rilasciare a grosse compagnie multinazionali. E’ difficile prevedere i risultati di tali decisioni senza il coinvolgimento della controparte locale che si ritroverebbe grandi aree di pascolo interdette a causa delle attività estrattive.
Il cantiere della nuova cattedrale progredisce lentamente il suo lavoro nella realizzazione del nuovo luogo di culto. La struttura essenziale è ora completa con la platea appena conclusa. L’enorme lavoro della gettata dei tremila metri quadrati di superficie del pavimento ha impiegato 2.500 sacchi di cemento da 50 chilogrammi ciascuno. Il mese scorso abbiamo celebrato la prima Eucarestia all’interno della nuova struttura. E’ stata l’occasione di lanciare una raccolta fondi locale che ha dato i suoi frutti discreti. Siamo a metà dell’opera e confidiamo nella Provvidenza per costruire ora i muri perimetrali, l’entrata, la sacrestia, la zona altare, l’impianto luci, l’amplificazione e l’arredo sacro.
Ancora a voi carissimi amici, non posso fare altro che esprimere il mio grazie di cuore per il vostro generoso sostegno e apprezzamento. E’ la grazia della condivisione che ci permette di continuare con i numerosi interventi che la diocesi porta avanti. Assicuro perciò il mio e nostro ricordo personale nella preghiera implorando
dall’Altissimo ogni benedizione per tutti voi. Il Natale ormai prossimo porti a tutti voi la Speranza e la Gioia di continuare a lavorare per un mondo migliore.
Buon Natale e Felice Anno Nuovo. Damiano

Sostieni I progetti della Diocesi di Moroto, Karamoja (Uganda) di P. Damiano Guzzetti con il 5x1000
Onlus - C.F. 95125200139 Banca Prossima Intesa Sanpaolo IBAN - IT85 V030 6909 6061 0000 0145 144


Nella dichiarazione dei redditi, scegli di devolvere il tuo 5 per mille alla Diocesi di Moroto Karamoja (Uganda).
Nella libertà di scegliere senza pagare puoi aiutare a collaborare ai nostri progetti.
Per informazioni: Tel. 02 9688811 – 3388691294 – E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

KARAMOJA NATALE 2019
KARAMOJA 2 NATALE 2019
KARAMOJA 3 NATALE 2019