Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, comunitasanmaurizio.it utilizza cookies, anche di terze parti.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy Per saperne di piu'

Approvo

NATALE 2017 P. MARIO ANDRIGHETTO da São Paulo

PADRE MARIO ANDRIGHETTOCarissimi,

vi raggiungo per i tradizionali auguri di Natale, stavolta con ancora vivo il ricordo dell’incontro che ho avuto con  voi poco tempo fa. Mi sembra giusto quindi far precedere gli auguri con un grande ringraziamento per la vostra accoglienza, il vostro affetto e il vostro aiuto.

Le vacanze mi hanno fatto molto bene, perché mi hanno permesso di riposare, ma soprattutto perché mi sono sentito a casa, sia in famiglia che in parrocchia, e ho trovato un ambiente positivo e vivo, che mi ha confermato in quella vocazione missionaria che é nata e cresciuta a Cassano.

Devo ringraziare anche i miei confratelli che mi hanno sostituito qui in Brasile e i laici che durante la mia assenza si sono presi piú responsabilitá, cosicché mi sembra che la vita della parrocchia non ne abbia risentito, anzi...

Il mio rientro é stato piuttosto brusco: non c’é stato periodo di adattamento e ho trovato giá fissati per me impegni e celebrazioni, con in piú qualche arretrato “in attesa del parroco”. Per fortuna non ho avuto i problemi con il sonno che mi hanno disturbato nei primi giorni in Italia. Si vede che quelli erano dovuti alla stanchezza.

Adesso siamo in pieno clima natalizio, che qui coincide con l’arrivo delle ferie estive e quindi con la conclusione delle varie attività (pastorali, scolastiche, sociali, ...), sempre accompagnate da feste e festicciole... É un’esagerazione di feste, ma almeno servono a portare un pó di serenitá dopo un anno difficile. Anche i mezzi di comunicazione dicono che il paese sta uscendo dalla crisi, con un pó di crescita economica e soprattutto diminuzione della disoccupazione. Speriamo che sia vero.

A livello ecclesiale ci aspetta un anno impegnativo: l’arcivescovo di S. Paulo ha indetto un sinodo per rivedere e rinnovare l’impegno pastorale e missionario della Chiesa paulista e nel 2018 é prevista la fase locale, con il coinvolgimento di comunitá e parrocchie; inoltre la prossima campagna di fraternitá (realizzata soprattutto durante la quaresima, ma con richiami durante tutto l’anno) avrá come tema la superazione della violenza, che ha molto a che vedere con la vita delle nostre comunitá.

Abbiamo bisogno quindi che il Signore venga, portando luce e pace.

Lo auguro anche per tutti voi e lo chiedo nella preghiera. Condivido con voi una piccola riflessione che ho ricevuto (é il vantaggio di scrivere all’ultimo momento); non so di chi sia (papa Francesco?) e spero di averla tradotta in maniera comprensibile:

Natale é il miracolo dell’amore di un Dio che – infinito – si fa neonato indifeso.

Natale é credere nella vita, perché Dio ha scommesso su di essa.

Natale é accogliere il Dio che nasce e prenderne cura nei piú poveri.

Natale é vedere, udire e toccare un Dio che si fa carne
nella carne sofferta dei nostri fratelli e sorelle.

Natale é gioire e unirsi a quel canto:
Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini amati dal Signore.

Buon Natale e buon Anno! Un caro saluto a tutti.

Con affetto e riconoscenza,

p. Mario Andrighetto

São Paulo, 20 dicembre2017