Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, comunitasanmaurizio.it utilizza cookies, anche di terze parti.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookies policy Per saperne di piu'

Approvo
PER LO SPORT CASSANESE UNA SERATA IN AUDITORIO

videostorie di sport Nando Sanvito
"CHIESA DELLE GENTI "
il cammino del Sinodo Minore continua
PASQUA 2018

CROCE CHIESA DELLE GENTI 

Attirerò tutti a me

«Io, quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me», sono le parole con cui Gesù annuncia ai discepoli e alla folla l’imminenza ed il significato della sua passione, morte e risurrezione. Ed è l’immagine biblica scelta per il Sinodo minore «Chiesa dalle genti».

Per Gesù quindi la sua «Ora», come il Vangelo di Giovanni chiama la Pasqua, consiste in una «elevazione», che però a differenza di altre famose assunzioni (cfr. quella di Elia, descritta in 2Re 2) non lo rapisce, allontanandolo dagli umani; anzi esercita su di loro un potere d’attrazione, che li rende inseparabili.

Il primo effetto è la raggiunta pienezza della comunione con lui: niente e nessuno potrà ormai separarci, perché il vincolo che si crea trascende ogni logica e dinamica terrena; con lui e per lui siamo veniamo effettivamente elevati in una dimensione «altra», trascendente, quella di Dio.

Il secondo, immediata conseguenza del primo, è un’inedita unione anche tra gli uomini, perché, per la prima volta – nella sua plurimillenaria vicenda – l’umanità si sperimenta per quello che è nel progetto di Dio: una sola grande famiglia. Multiforme per lingua, cultura, tradizione e religione, ma unita nell’origine e nella meta. Unita anche nell’amore concreto e solidale con ciascuno è chiamato a prendersi cura degli altri, riproducendo sulla terra il modello trinitario, come indica il documento preparatorio del Sinodo:

«Il mistero pasquale è anche rivelazione del volto primo e ultimo di Dio. Attraverso la storia della salvezza Dio si fa conoscere come Trinità – comunione d’amore. Tutti gli uomini sono stati creati a immagine e somiglianza della Trinità, in cui la perfetta unità si mostra come relazione d’amore nella differenza» (p. 19). «[Questo sinodo] è un’occasione provvidenziale per riappropriarci del nostro essere e ripensare la nostra prassi pastorale, sotto lo guida dello Spirito di comunione che unisce in unità popoli diversi per lingua, costumi e provenienza, diventando così più incisiva nella società plurale» (p. 21).

Il Sinodo ci sta quindi aiutando a vivere anche la Pasqua, con tale consapevolezza e disponibilità.   

 don Alberto Vitali

Segretario Commissione di coordinamento per il Sinodo “Chiesa dalle genti”
Responsabile Ufficio per la Pastorale dei Migranti

NUOVO ORARIO S.MESSE FERIALI NELLA COMUNITA'
Dalla PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA 2018 cambia l'orario delle S.Messe feriali nella Comunità. Come si può vedere dal prospetto sotto viene assicurata nelle diverse chiese una S.Messa in orario serale, alle 20.45, per favorire in ogni giorno feriale la partecipazione di chi lavora o è impossibilitato negli orari giornalieri.
Inoltre viene sospesa la celebrazione festiva della S.Messa delle ore 17.30 nella chiesa di S.Maria del Cerro.
Per visulizzare tutti gli orari feriali e festivi vedi il menu «SANTE MESSE»
nuovo orario S.Messe feriali nella Comunità Pastorale S.Maurizio
MANIFESTO CARNEVALE DEGLI ORATORI 2018 CASSANO M.

Domenica 4 febbraio la festa patronale

SAN GIULIO, MODELLO PER LA “CHIESA DALLE GENTI”

festa san giulio 2018

Entra nel vivo la festa patronale di San Giulio: i diversi appuntamenti avranno il loro culmine domenica 4 febbraio, quando la consueta processione renderà omaggio al santo sacerdote, costruttore di un centinaio di chiese, fra le quali, secondo una tradizione avvalorata dai dati storici, anche quella di Cassano Magnago. La figura del missionario di origine greca, vissuto nel IV secolo e arrivato in Italia dopo aver evangelizzato diversi territori dell'Europa centro-orientale, è in piena sintonia con il percorso del sinodo minore appena inaugurato dall'arcivescovo e dedicato al tema "Chiesa dalle genti", non a caso posto al centro della patronale di quest'anno.

Si segnalano i momenti più significativi in calendario:

-        la messa di giovedì sera, alle 20.45, animata dal Centro di aiuto alla vita;

-        l’adorazione eucaristica comunitaria, venerdì alle 15, per la ricorrenza della Candelora;

-        la festa popolare di domenica, con la messa solenne, che sarà presieduta alle 11 da monsignor Ivano Valagussa, decano e prevosto di Gallarate, e la tradizionale processione che, nel pomeriggio alle 15, porterà per le vie del centro la statua e l’insigne reliquia di san Giulio. Al termine, sul sagrato, si potrà assistere al concerto del Corpo musicale cassanese e gustare le frittelle e il vin brulè offerti dal gruppo Alpini. Subito dopo, in Auditorio, andrà in scena la consueta tombolata per ragazzi e famiglie, a favore dell’oratorio.

NELL'OCCASIONE DELLE FESTIVITA' CI SCRIVONO I NOSTRI MISSIONARI:
SUOR DARIA GABARDI
SUOR DARIA GABARDI DA LUSAKA

CHE IL 3 GENNAIO 2018 COMPIRA' 80 ANNI:
TANTISSIMI AUGURI DALLA COMUNITA' SAN MAURIZIO!!!

clicca qui e leggi tutto..

PADRE MARIO ANDRIGHETTO


PADRE MARIO ANDRIGHETTO DA SÃO PAULO

clicca qui e leggi tutto..



PADRE ALBERTO BERRA

PADRE ALBERTO BERRA DA HIROSHIMA


clicca qui e leggi tutto..

Informazioni aggiuntive